Regione Veneto

PIEVE DI SOLIGO E SERNAGLIA UNITI PER POTENZIARE LA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Pubblicata il 19/03/2022

Patto tra le Amministrazioni Comunali di Pieve di Soligo e Sernaglia della Battaglia per richiedere le risorse necessarie alla realizzazione di interventi di potenziamento della mobilità sostenibile. Dopo l’approvazione da parte dei due Consigli Comunali, i sindaci Stefano Soldan e Mirco Villanova hanno firmato la convenzione per presentare la richiesta di contributo nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che prevede l’assegnazione ai Comuni di piccole dimensioni di contributi con la finalità di favorire investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

In particolare, sarà richiesto un contributo per finanziare i progetti di realizzazione di piste ciclopedonali di collegamento dei centri urbani dei due Comuni nelle direttrici est-ovest (collegamento del centro di Sernaglia della Battaglia al centro di Pieve di Soligo), un intervento molto sentito dagli abitanti dei due Comuni, e nord-sud (collegamento della frazione di Barbisano alla frazione di Falzè di Piave). Quest’ultimo assume una valenza intercomunale che s’inserisce nell’asse sud nord della ciclovia della Piave che conduce verso la Vallata e che percorre il tracciato della Monaco – Venezia e che apre un tragitto verso Refrontolo e Tarzo. Il tratto di percorso che collega Pieve a Sernaglia prevede anche una parte di collegamento con gli impianti sportivi del Patean con i campi da rugby e da li ci potrà interconnettere con la parte alta dei Palù e on il Comune di Farra attraverso le strade di campagna già esistenti.

Uno studio di fattibilità recentemente acquisito stima il costo complessivo degli interventi in 5 milioni di euro, che è anche il limite massimo del contributo.

«Con l’Amministrazione Comunale di Sernaglia abbiamo trovato subito convergenza sulle progettualitàafferma il sindaco di Pieve di Soligo Stefano Soldanche consentono di mettere in collegamento i due centri urbani attraverso una tematica univoca che è quella della mobilità lenta e dell’interconnessione sicura con percorsi che permettono alle persone di spostarsi a piedi in sicurezza. Interventi con i quali possiamo dare un servizio e accessibilità ad un territorio più ampio che è quello della Core Zone dell’area tutelata dall’Unesco. Auspico dunque che questi elementi possano essere valutati di pregio nella sostenibilità della nostra proposta».
«Sono due tracciatiafferma Giuseppe Negri, assessore ai lavori pubblici di Pieve di Soligo che segue i progetti - che non sono solo di Pieve e Sernaglia, ma diventano strategici per i collegamenti su tutto il territorio della Vallata».

«L’Amministrazione Comunale di Sernaglia intende portare avanti l’impegno di dotare il territorio comunale di nuovi percorsi dedicati alla mobilità sostenibile spiega il sindaco Mirco Villanovacon progettualità che sono state dimenticate negli anni passati, assicurando un miglioramento delle condizioni di sicurezza stradale dei tratti interessati da questi interventi. Percorsi dedicati a chi si muove a piedi, alla mobilità lenta che sempre maggiormente, in prospettiva, risulta fondamentale incentivare. Collegamenti tra paesi vicini che consentiranno di spostarsi in sicurezza anche alla cosiddetta “utenza debole”. La piena sinergia innescata con Pieve di Soligo va nella direzione strategica allo sviluppo di entrambe le comunità».

Oltre a questi progetti condivisi, sono diversi gli interventi programmati dall’Amministrazione Villanova nell’ambito della mobilità sostenibile: la messa in sicurezza di via Castello mediante la realizzazione di un percorso ciclopedonale; il prolungamento del percorso ciclo pedonale tra via Chiesa a via Monte Grappa; nuova pista ciclopedonale anche in via Gravette, che collegherà il percorso esistente nel tratto terminale della via con il centro abitato, passando per l’area oggetto di recupero urbano in viale della Rimembranza; nuovo percorso ciclopedonale anche in via Al Bivio, nel tratto compreso dall’incrocio tra via Cal di Val e via Chiesuola.

torna all'inizio del contenuto